Outdoor Lab

1° concorso per la progettazione dell’area polifunzionale del Festival

Per la sua settima edizione, Outdoor Festival ha deciso di indire un concorso, aperto a studenti e laureati in architettura e design, per progettare e realizzare l’allestimento di uno dei padiglioni dell’ex Caserma Guido Reni. Il concorso di idee Outdoor Lab si pone come obiettivo quello di valorizzare un padiglione dell’ex stabilimento militare riflettendo sul tema della riconversione di spazi: trasformare un vecchio laboratorio in un’area di incontro, di produzione, condivisione e sperimentazione.

Una Commissione d’eccellenza composta da Elena Pelosi (MAXXI), Davide Paterna (Open House), Lucia Bosso (Based Architecture), Laura Negrini (Direzione IED Design Roma), Luca Montuori (Professore di “Progetto dello Spazio Urbano” presso l’Università degli Studi Roma Tre) e Maria Grazia Cianci (Architetto paesaggista e professoressa di “Progetto degli Spazi Aperti” presso l’Università degli Studi Roma Tre) ha vagliato i progetti e selezionato i finalisti.

Il vincitore del concorso è: Xavier Delanoue con il progetto “Nube”.
Nube, progettato dal francese Xavier Delanoue, è uno spazio polifunzionale in cui la differenziazione degli spazi non è fisica ma sensibile. L’accumulo di tubi di cartone e fili e la loro disposizione influenzano la percezione dello spazio da parte dei visitatori.

Secondo classificato – ex equo per:
Total Festival Unit – The producers: Molly Robinson, Alexandria Glass, Natalie Banister
Movi-Mente-de-concrete: Pietro Amitrano, Alice Coin, Erika Mazza.

Terzo classificato:
Sólo : Maria Rita Longo e Sonia Luisi.